Meet us at the ESPEN Congress in Milan, 7–10 September!

Logo TauroLock Logo TauroPharm

Efficacia antibiofilm

delle soluzioni TauroLock™ lock

La formazione di biofilm si verifica praticamente in tutti i cateteri, iniziando immediatamente dopo l'inserimento. Il biofilm è composto da diverse sostanze:

  • residui ematici
  • fibrin sheath
  • minerali
  • lipidi
  • farmaci
  • batteri e funghi, così come la matrice che questi microrganismi producono

Le soluzioni lock TauroLock™ contengono citrato al 4 % ed eparina (in due concentrazioni a scelta). Grazie alle loro proprietà anticoagulanti, questi due principi attivi impediscono il deposito di fibrina. Questo a sua volta inibisce la formazione di un substrato a cui potrebbero aderire i microrganismi. Il fibrinolitico urochinasi serve anche a rimuovere questa parte del biofilm.

  • Inoltre, NutriLock™ e tutte le soluzioni lock TauroLock™ contengono taurolidina.
  • Questo principio attivo esercita una forte efficacia antimicrobica.
  • Quindi, previene efficacemente la colonizzazione, la proliferazione e la sopravvivenza di batteri e funghi nei cateteri e nei ports.

Studi sull'efficacia dell'antibiofilm

Studio di Hogan et al.

"...Gli antisettici etanolo e Taurolock si sono dimostrati più efficaci nell'inattivare il biofilm; ciò era evidente in tutti gli stadi di biofilm investigati..."

Studio di Torres-Viera et al.

"In vitro, l'agente antimicrobico taurolidina ha inibito praticamente tutti i batteri testati, compresi gli enterococchi resistenti alla vancomicina, gli stafilococchi resistenti all'oxacillina e lo Stenotrophomonas maltophilia, a concentrazioni comprese tra 250 e 2.000 mg/ml. La taurolidina non è stata efficace nell'endocardite sperimentale. Mentre sembra improbabile che questo antimicrobico sia utile per la terapia sistemica, la sua attività battericida e i casi di resistenza trovati (< 10⁻⁹) sono indicatori favorevoli per il suo possibile sviluppo ad uso topico".

Studio di Jiménez Hernández et al.

"...Questo studio prospettico ha incluso 35 pazienti in emodialisi con rimozione del catetere tunnellizzato per motivi non legati a infezioni. I partecipanti sono stati divisi in tre gruppi in base alla soluzione lock utilizzata: (1) eparina I: 5000 lU; (2) citrato 4%; e (3) taurolidina 1,35%. citrato 4% ed eparina 500 lU (Taurolock™); in quest'ultimo gruppo, 25.000 lU di taurolidina-urochinasi sono stati utilizzati nell'ultima sessione  settimanale. Tutti i cateteri tunnellizzati sono stati colturati e la superficie interna è stata valutata con la microscopia confocale ed elettronica. I nostri risultati mostrano che i biofilm sono stati trovati in tutti i cateteri tunnellizzati, ma lo spessore e il volume erano significativamente inferiori nei cateteri tunnellizzati chiusi con soluzione di taurolidina..."

Per richieste personali, potete anche contattarci per telefono o via e-mail.

I nostri distributori internazionali con sede in più di 50 paesi sono felici di offrire supporto ASAP.

TauroLock™

Newsletter

We'll keep you posted on upcoming events, free download materials, and research insights.